CARTA ETICA DELLA MANIFESTAZIONE

I valori fondamentali del Trail.

La pratica sportiva del Trail, in costante aumento fra gli sportivi, presuppone una notevole diversificazione delle motivazioni e dei profili dei praticanti, risvolti economici sempre più importanti e aspetti di promozione e di tutela ambientale che devono essere presi in considerazione nell’organizzazione di qualsiasi evento.

In questo senso gli organizzatori si assumono la responsabilità di promuovere verso una platea più ampia possibile i valori che fanno di un Trail una vera e propria occasione di sviluppo umano e personale, ben oltre l’aspetto puramente sportivo legato alla prestazione e alla competizione, e hanno l’obiettivo di condividere questi valori con tutti coloro che partecipano alle gare dell’ ASINARA ULTRA TRAIL: concorrenti, partner, volontari, spettatori, abitanti delle località interessate dalle gare, associazioni podistiche e organizzatori di altri eventi.

L’equità, il rispetto delle persone e dell’ambiente, l’aiuto reciproco e la solidarietà sono i principi fondamentali su cui si basa l'Organizzazione e lo svolgimento dell’ASINARA ULTRA TRAIL ispirandosi direttamente ai valori dell'International Trail Running Association (ITRA), ed in particolare l’autenticità, l’umiltà ed il fair-play.

L'autenticità

L'autenticità è il primo valore riconosciuto dall’intera comunità del Trail che nasce dalla motivazione dei corridori di praticare lo sport a contatto con la natura incontaminata, a contatto diretto con i luoghi e immersi nelle bellezze del paesaggio, per imparare evolvere il proprio corpo e la propria mente in un ambiente senza artifici e condizionamenti. In questo senso il Trail è sport vero, confronto tra il praticante e un ambiente naturale intatto, fonte di ispirazione e di armonia. Come attività sociale inoltre, il Trail favorisce le relazioni umane basate sulla semplicità, la convivialità, la condivisione e il rispetto delle differenze.

L’umiltà

Nella pratica del Trail, l'umiltà è il comportamento appropriato al contesto naturale in cui ci si viene a ritrovare. Essa si basa sulla attenta considerazione dei rischi esistenti qualunque sia la qualità e l’appropriatezza delle misure adottate dall'organizzazione di una gara per garantire la sicurezza dei partecipanti. Umiltà di fronte alla natura significa essere in grado di agire con cautela, ove necessario, anche fino a rinunciare alla corsa o al progetto di azione prevista. Nel confronto con sé stessi, l'umiltà si basa sulla consapevolezza e la conoscenza dei propri limiti per non mettere a repentaglio la propria integrità fisica o mentale. I comportamenti legati all’umiltà sono inseparabili da un atteggiamento di ascolto e di apprendimento che consenta di comprendere meglio i principi che regolano l'ambiente naturale o gli aspetti fondamentali della pratica di uno sport ad alta intensità in natura.

Il Fair play

Fair play significa l'accettazione leale di regole e dello spirito che ha portato alla loro definizione.

Nel caso dei corridori, fair play significa rispettare il regolamento di gara, non barare, rifiutare qualsiasi forma di doping ma anche incarnare attraverso i propri comportamenti in gara i valori umani del Trail: l'aiuto reciproco e la solidarietà verso gli altri corridori, il rispetto di tutti gli attori presenti in gara. Per gli organizzatori, il rispetto del fair play suppone l’adozione di tutti i mezzi necessaria per contrastare "i trucchi, l'arte dell’inganno del rispetto delle regole, il doping, la violenza (sia fisica che verbale), lo sfruttamento, la disuguaglianza di opportunità, la commercializzazione eccessiva e la corruzione" (dal Codice di etica sportiva Consiglio d'Europa).

L’Equità

È la ricerca dell’equilibrio fondato sull’imparzialità, dell’uguaglianza delle chances di cui devono beneficiare tutti i partecipanti alle gare, della conoscenza dei diritti e doveri di ogni attore dell’evento (concorrenti, membri dell'Organizzazione, volontari, partner, stampa, popolazioni locali).

Le gare del ASINARA ULTRA TRAIL sono aperte a tutti i corridori e le regole sono uguali e applicate allo stesso modo per tutti. Tutti gli atleti sono trattati equamente e hanno gli stessi diritti e doveri. Le condizioni di gara e i controlli sono gestiti in maniera equa. È responsabilità degli organizzatori garantire il principio di equità e di effettuare i controlli necessari a offrire le migliori condizioni di corsa possibili ai partecipanti.

Il rispetto

Il principio del rispetto riguarda il rispetto per gli altri, il rispetto di sé e il rispetto per l'ambiente. E’ essenziale prendere coscienza che l'ambiente naturale che si attraversa si basa su un equilibrio ecologico fragile. Occorre rispettare la fauna selvatica e la flora nonché non lasciare rifiuti dietro di sé. Il balisaggio delle corse è utile alla sicurezza e all’orientamento dei concorrenti attraverso opportuna segnaletica, in parte riflettente e riutilizzabile per parti del percorso in notturna, e cartelli. Il balisaggio è ritirato da parte dell’organizzazione, per quanto possibile, il giorno della gara o al più tardi entro una settimana dall’evento. Ove possibile, il balisaggio sarà allestito alcuni giorni prima della gara.

Il Rispetto per gli altri

ASINARA ULTRA TRAIL ha lo scopo di unire gli appassionati di diverse culture, diverse personalità e con diverse motivazioni. Resta altresì inteso che la gara si svolge in un luogo che ha la propria cultura e le proprie tradizioni ed è necessario adottare di conseguenza il "saper essere " necessario per rapportarsi e rispettare la popolazione, la cultura e le usanze locali. Rispettare il prossimo è capire ed accettare le differenze e agire in maniera da non creare contrarietà. In questo senso, ogni concorrente si impegna a rispettare le altre persone presenti o che operano nel contesto di gara e dell’evento sportivo (altri trailer, escursionisti, organizzatori e volontari, accompagnatori, popolazione locale, etc.) e a conoscere e accettare le regole della gara in cui si è scelto di partecipare.

Il Rispetto di sé stessi

La pratica del Trail comporta alcuni rischi e la ricerca della performance e/o del piacere non giustifica in nessun caso mettere in pericolo la propria incolumità o la propria salute a medio e lungo termine. Per questo, ciascun concorrente dovrà stare attento al fine di non utilizzare alcuna sostanza dopante e di non ricorrere abusivamente all’automedicazione, di informare preventivamente i referenti medici dell’Organizzazione in caso di prescrizione medica a fine terapeutico e di non oltrepassare i propri limiti al punto di portare pregiudizio alla propria integrità fisica e morale.

Il Rispetto dell'ambiente

Le gare si svolgono in un ambiente naturale fragile, di cui bisogna preservare l'equilibrio, che dipende tanto dalla bio-diversità quanto dall'occupazione umana. L’ ASINARA ULTRA TRAIL intende contribuire alla presa di coscienza di tutti della fragilità degli ambienti naturali. Per questo i diversi attori del Trail, corridori, organizzatori, partner, accompagnatori, devono essere impegnati nel preservare al massimo le condizioni di equilibrio ambientale e mettere in atto comportamenti destinati a ridurre l’impatto, a volte inevitabile, dello sviluppo di una gara. Tutti insieme devono agire per informare e promuovere una presa di coscienza generale della fragilità degli ambienti naturali e della necessità di preservare gli ampi spazi naturali di cui la Regione è ricca. Per questo, l’Organizzazione identifica i rischi provocati dall'evento e propone azioni concrete per preservare l'ambiente, limita al massimo l’uso di mezzi motorizzati, non autorizza nessuna forma di assistenza all'infuori dei ristori e cerca di minimizzare l'impatto ambientale per quanto riguarda il funzionamento interno all'Organizzazione, diminuendo il volume degli stampati e limitando l'emissione di CO2 legata agli spostamenti professionali. I concorrenti invece sono pregati di contribuire a minimizzare l’impatto ambientale delle gare evitando, in particolare, di rilasciare materiali nell’ambiente, preservare la flora, rispettare e non infastidire la fauna, rispettare scrupolosamente il regolamento delle riserve naturali che vengono attraversate dai percorsi di gara.

La Solidarietà

La Solidarietà è uno degli aspetti fondamentali del Trail e un valore condiviso nel cuore di ambienti naturali che possono diventare ostili nel quale gli uomini hanno imparato ad aiutarsi reciprocamente. Per questo, in nome del principio di solidarietà, ad ogni protagonista del Asinara International Trail è richiesto di aiutare chiunque sia in pericolo o in difficoltà, in qualsiasi luogo ed in qualsiasi circostanza.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Se vuoi avere maggiori informazioni o negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie clicca qui. Premendo il tasto Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Accetto